https://canlitv.center/

Raccolta differenziata al 70%

by 11. January 2008 18:00
Ho deciso finalmente di parlarvi della mia esperienza di raccolta differenziata in una cittadina del Piemonte che di tanto in tanto frequento per brevi periodi.

Devo dire che lassu' le cose sono state prese veramente sul serio, ho saputo addirittura che in alcuni paesi limitrofi i cittadini possono essere multati se conferiscono materiali sbagliati all'interno del tipo di differenziazione del giorno. Addirittura mi hanno raccontato che un uomo, fuori dalla porta del suo ufficio, mentre stava buttando una buccia di banana nel cestino pubblico (dove va buttata solo carta) è stato rimproverato da un vigile che gli ha fatto recuperare il rifiuto considerato umido e di buttarlo nel proprio cestino differenziato all'interno dell'ufficio.

In questa provincia si raccoglie ben il 70% di differenziata!! Non mi sono ancora informato su che fine faccia il 30% di indifferenziabile; sicuramente non nell'inceneritore che è stato costruito tempo fa e che non è mai entrato in funzione perché pare sia stato progettato male (anche li... soldi spesi inutilmente). I tecnici del comune di Campi e dei comitati antinceneritore andranno probabilmente anche a visitare questa realtà.

Sinceramente, appena arrivato in questa famiglia che mi ha ospitato per una settimana, mi sono subito trovato davanti una situazione impensabile per il nostro modo di differenziare: cestino dell'umido, cestino della carta, sacchetto per la plastica e uno per lattine e vetro. Naturalmente ho sbagliato in pieno la differenziazione i primi giorni ma piano piano mi sono abituato. Tutte le sere va messo fuori dalla porta il contenitore giusto che nottetempo viene svuotato e rimesso al suo posto.

È stato bellissimo accorgersi poi che per le strade non si vede un cassonetto!! Da noi invece si vedono i cassonetti con intorno sacchetti, materassi, reti, tv o water abbandonati. Solitamente intorno ai cassonetti c'è anche puzza; li no!! Senza cassonetti ... niente puzza!!

Insomma ora è diventato più semplice anche per me, quando mi trovo in quella casa, sapere dove vanno gettati i vari rifiuti. non è difficile... basta impegnarsi un po'... ma neanche tanto!!

LA RACCOLTA DIFFERENZIATA È QUINDI FATTIBILE VERAMENTE!!! Prima di vedere quella realtà non lo ritenevo possibile ma ora ne sono fermamente convinto. Certo! Ci vogliono controlli e inizialmente qualcuno a cui rivolgersi per le informazioni ma, tempo poche settimane, tutti possono essere in grado di fare una buona differenziazione dei rifiuti.

Tags:

Comments (5) -

5/20/2009 8:38:47 AM #

Oculus

Il consorzio responsabile della raccolta rifiuti della zona è invece http://www.cbbn.it/index.asp

Oculus | Reply

5/20/2009 8:38:47 AM #

Sanghino

Questo intervento di Oculus mi fa estremamente piacere in quanto mi da modo di affrontare certi argomenti che hanno una valenza fondamentale in un sistema di raccolta rifiuti porta a porta. Magari Oculus, se non rappresenta un problema per te, potresti indicarci il nome del Comune del Piemonte in modo da poter per lo meno visitare il sito e carpire quello che è il regolamento, documento fondamentale.
Io, per la verità marginalmente, sto vivendo la situazione di avvio porta a porta nel paese dove ancora risiedono i miei genitori, Montespertoli, quindi neanche troppo lontano. Vi posso confermare che anche li il regolamento prevede multe per chi sbaglia. E' oltremodo vero che il regolamento approvato in Consiglio Comunale con il solo voto della maggioranza, malgrado le molteplici richieste della cittadinanza, non è stato modificato di una virgola per renderlo meno "punitivo" e distante dalla cittadinanza. Il rischio, serio, è che il progetto naufraghi. E sarebbe un grosso errore.
Un altro aspetto da non sottovalutare è rappresentato dalle così dette "oasi ecologiche", cioè quei luoghi dove è possibile conferire i propri rifiuti al di fuori degli orari stabiliti per il ritiro. A Montespertoli al momento ne è stata realizzata una sola, pensate il Comune di Sesto copre una superficie di 49 Kmq Montespertoli ben 125 Kmq, capirete che abita le zone periferiche è molto distante dall'oasi.
A Montespertoli per esempio, è molto più marcato il fenomeno del pendolarismo, le persone al mattino  si recano a lavoro/scuola partendo prima rispetto ad un Fiorentino/Sestese di circa 45-60 minuti, il giorno della raccolta che per esempio viene fatta al mattino fra le 8 e le 10 il contenitore rimane per strada sul marciapiede fino alle 19-20 ora usuale per il rientro dalla città. Tutte quelle ore che il contenitore sta per strada alla mercè di tutto e di tutti è sotto la diretta responsabilità civile e penale del cittadino. Si parla di casi limite ovviamente, ma mettiamo il caso che per colpa del vento il contenitore svuotato e quindi abbastanza leggero finisca nel mezzo di strada ed un ciclomotore lo investa ... paga il cittadino.
Questi sono solo esempi (e solo alcuni) di dove la cittadinanza chiedeva modifiche, ovviamente la PA ha fatto orecchie da mercante (c'erano finanziamenti inderogabili che il Comune, leggasi società di gestione rifiuti, avrebbe perso qualora il progetto fosse slittato).

Quindi, ben venga la raccolta porta a porta, come dice Oculus il modo perchè funzioni esiste e ne abbiamo le prove, purtroppo esiste anche il pericolo di paurosi fallimenti, ed anche di questi esistono le prove.

Sanghino | Reply

5/20/2009 8:38:47 AM #

Oculus

Si tratta di tutto il novarese che io sappia.

I contenitori vengono lasciati fuori la sera e la mattina si ritrovano vuoti.

Sinceramente in quella zona il vento è quasi sempre assente o comunque non forte come a Sesto/Campi e zone limitrofe. L'unica volta che ha tirato proprio fortissimo io ero li ed in effetti la mattina dopo i bidoni (con scritto il proprio nome) erano andati abbastanza lontano.

Per quanto mi riguarda, l'esperienza, si limita ad una abitazione a se. Come funziona con i condomìni non lo so! Credo che abbiano contenitori più piccoli per l'appartamento e dei contenitori condominiali ... mi informerò appena posso.

Oculus | Reply

5/20/2009 8:38:47 AM #

Oculus

Aggiungo il sito del comune di Novara dove si parla di riciclaggio:

www.comune.novara.it/.../rifiuti.php

C'è anche un gioco per abituare i bambini al riciclaggio!

Oculus | Reply

5/20/2009 8:38:47 AM #

Anonymous

A completamento di quanto detto da sanghino e alex, voglio dire che abbiamo altre realtà simili a peretola (firenze) dove pare che tale raccolta sia molto virtuosa ed anche a campi bisenzio anche se su pochi cittadini (non si capisce il perchè non venga ampliata). Capannori poi rappresenta il PRIMO comune italiano che è stato insignito a livello europeo per la sua altissima percentuale di raccolta differenziata. Ma si torna sempre lì, si quella nota dolente che è rappresentata da personaggi che hanno "un interesse" a voler fare i un'altro modo. Pensate che l'assessore all'ambiente di capannori E.Baronti, che ho conosciuto alla recente assemblea a campi è stato recentemente trasferito ad un'altro incarico in regione ... ma guarda un pò, fra l'altro si tratta di un'incarico legato allo sport (mi pare) ma che caso strano ... una persona che ha saputo portare un comune di 45.000 abitanti ad un livello altissimo di  RD tanto da essere premiato a livello europeo ... lo si manda a a fare cultura sportiva in regione !! che vi devo dire ... abbiamo sbagliato qualche anno fa quando abbiamo fatto quel paio di crocette !! Saluti da Fabio

Anonymous | Reply

Add comment

biuquote
  • Comment
  • Preview
Loading

Calendar

<<  December 2019  >>
MoTuWeThFrSaSu
2526272829301
2345678
9101112131415
16171819202122
23242526272829
303112345

View posts in large calendar

RecentComments

Comment RSS
Disclaimer
Questo sito non rappresenta una testata giornalistica poiché non viene aggiornato con periodicità regolare. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62/2001. Tutti hanno diritto di manifestare liberamente il proprio pensiero con la parola, lo scrtto e ogni altro mezzo di diffusione. La stampa non può essere soggetta ad autorizzazioni o censure. Le opinione espresse qui rappresentano il mio personale punto di vista e di eventuali collaboratori e non rappresentano in nessun modo l'opinione delle Società o degli Enti che potrebbero essere citate e/o descritte. L'intestazione del blog contiene tre immagini tratte da Wikipedia e rielaborate, tali immagini sono coperte da licenza "GNU Free Documentation License" disponibile qui che ne garantisce la libera copia, distribuzione ed elaborazione avendo, Wikipedia, avuto dal soggetto che detiene i diritti (from the municipality of Sesto Fiorentino to it.wikipedia) la possibilità riservate dalla licenza sopra descritta (rif. Immagine stemma comunale). L'immagine della Porcellana di Doccia è sempre coperta dalla licenza sopra descritta con la limitazione dell'indicazione obbligatoria del licenziatario che è Sailko. L'immagine della Chiesa di S.Martino è sempre coperta dalla licenza sopra descritta ed è da attribure a Vignaccia76

© Copyright 2019 SestoFiorentino.Info