Non capisco

by Sanghino 3. maggio 2013 23:44

Di sicuro sarà un mio limite, mi chiedo però perchè si debba permettere la costruzione di un condominio nel 25% del parcheggio pubblico di Doccia quando in giro per Sesto Fiorentino ci sono decine di cartelli di case in vendita.

Esiste tutta questa necessità di costruire ?!?

Non conosco a fondo la questione, ma sinceramente mi pare una forzatura. Considerato anche il fatto che dalle parti della Coop ci sono tutti quelle cattedrali incompiute ...

Tags: ,

Cronaca | news | Politica

Non ce la raccontano giusta

by Sanghino 20. luglio 2012 10:28

La "battaglia" in corso per questo benedetto aeroporto vede come protagonisti Renzi, Rossi, Barducci e Gianassi. Ogni persona si sarà fatta la propria idea ormai, ci sarà chi vuole la pista com'è adesso, chi la vuole parallela, chi obliqua .... manca solo chi la proponga come "rotonda" visto che vanno tanto di moda negli ultimi anni.
Ogni attore di questa "commedia" (si perchè ormai siamo alle risate) respinge con veemenza le proposte altrui accampando le più fantasiose giustificazioni. "E' meglio così perchè .... No è meglio nell'altro modo per lo stesso motivo ....", insomma, capirete bene, siamo di fronte alle solite cose fatte all'italiana.
Oggi per esempio mi ha fatto sorridere un articolo dove viene descritto nei particolari uno studio esteso sull'impatto della pista "obliqua convergente" come indicata da ENAC. Lo studio evidenzia in particolare i casi eccezionali e non l'ordinaria quotidianità. Leggendolo mi sono detto: "Caspita è la stessa cosa che dicevo io riguardo la pista attuale". Si perchè così com'è adesso i disagi vengono sempre attribuiti agli abitanti di Peretola e Brozzi (ordinari) mentre mai agli abitanti di Quinto (eccezioni). Eppure il Presidente della Provincia è stato anche Sindaco di Sesto. Mi chiedo come mai a suo tempo non si sia interessato a queste eccezioni per "difendere" i propri cittadini. Ma del resto anche il Sindaco attuale fa lo stesso ...

Insomma, alla fine si discute tanto ma ancora nessuno ci ha illustrato realmente quali sono gli interessi in gioco. Di sicuro sicurezza e salute dei cittadini occupano posizioni molto basse nella classifica. Io, se siete d'accordo, metterei al primo posto la voce "Interessi di natura politica". Da entrambe le parti si intende, non escludo nessuno. Come sempre accade, quando politica e amministrazione locale si intrecciano nasce sempre un guazzabuglio. 

Tags: , , , , ,

Lo scontro è istituzionale

by Sanghino 17. febbraio 2011 15:06

I Sindaci della Piana si sono espressi: Rossi deve essere un infiltrato della destra !!!

Già questo basterebbe a spiegare il livello politico … ma facciamo buon viso a cattiva sorte (intendiamoci sono tutti più o meno così, amministratori e oppositori … basta vedere il ridicolo teatrino messo in scena a proposito delle Foibe e, intendiamoci ancora … per quel che mi riguarda i morti delle Foibe o di Auschwitz-Birkenau hanno lo stesso valore morale. Bisogna sempre precisare perchè altrimenti si viene sempre etichettati … ed io, per fortuna, non sono ne fascista ne comunista).

Allora, tornado al discorso di partenza, i Sindaci della Piano hanno “eretto le barricate” contro la variante al PIT regionale in quanto è prevista la possibilità di collocare la pista di Peretola in maniera parallela alla A11 …

Posso essere sincero ? Bene, a me no pare vero, visto che giornalmente saluto dal terrazzo di casa mia quei 8-900 viaggiatori … mi rendo conto però che questo potrebbe anche essere un discorso troppo …. mhm come dire … “ad personam”. E allora fatemi capire, quali sono le motivazioni di tanto risentimento nei confronti di questa decisione ?

Parrebbe tutto un discorso di inquinamento … come come ?!?! Ma stiamo parlando degli stessi Sindaci che hanno dato il consenso per la costruzione di un inceneritore ? Sono gli stessi che autorizzano la cementificazione selvaggia per poi difendere un fantomatico “Parco della Piana” che poi potrebbe rivelarsi per quello che è … un appezzamento di terra lasciato al suo destino.

Io sinceramente non so più a chi credere e a cosa credere … già che la Regione parla di autorizzazione ad allungare la pista fino a 1960 metri mentre i Sindaci parlano di 2200 … mi viene il dubbio che non abbiano in mano neanche le stesse carte …

Comunque, per farla breve, la volete sapere una cosa ?!? I cittadini penso che ne abbiano le scatole piene di tutto questo immobilismo … 400 anni fa Firenze era la Capitale del Mondo … oggi invece si stenta ad essere … non so neanche cosa.

Vorrei fare una proposta: visto che Firenze e i Comuni limitrofi non riescono a fare fronte comune per uno SVILUPPO armonioso del territorio e dell’economia, e quindi dei cittadini, propongo l’abolizione di tutte le Amministrazioni Comunali e la formazione di un unico ente metropolitano.

Tags: , , ,

E’ giunto forse il punto del non ritorno ?

by Sanghino 5. febbraio 2010 12:05

Il titolo del post è mutuato direttamente da una mail che mi ha inviato Marco, un attento “avventore” di questo locale. E come avviene in ogni “circolino” si può parlare di tutto: dal calcio alla politica, dalle donne al mercato, dal panino con lampredotto fino a giungere al “Mostro” ! Cos’è il “Mostro” ? Semplice, l’inceneritore che saluterà tutte le persone in ingresso a Sesto e Firenze !!

Intanto ringrazio Marco per la sua email e capisco il suo disappunto quando dice che non riesce a comprendere come qui a Sesto non esista un movimento attivo a contrastare la realizzazione dell’inceneritore di Case Passerini (si signori, chiamiamolo con il suo vero nome: inceneritore.). Qualche tempo fa ho provato anche io a spostare la discussione sull’argomento, lo feci insieme ad alcuni conoscenti di Sesto e di Campi. Nell’occasione il dialogo virtuale fu piuttosto sterile in quanto non ci fu assolutamente contraddittorio. Alla fine eravamo 4 o 5 a dirci che quello che si stava realizzando era qualcosa di azzardato per la salute pubblica, che volendo si potevano trovare soluzioni alternative e migliori … tutto finì lì.

L’argomento torna prepotentemente di attualità (ma lo è sempre stato) in quanto pochi giorni fa sono state prese importanti decisioni circa la collocazione e l’impatto (visivo) che avrà il previsto impianto di trattamento rifiuti tramite incenerimento. La mia posizione in merito l’ho espressa già diverse volte e qui la ribadisco: a mio avviso esistono soluzioni migliori e meno pericolose per l’ambiente e la salute degli abitanti della Piana.

Vorrei approfondire nuovamente il discorso e mi piacerebbe che ci fossero più voci alla discussione, prossimamente quindi cercherò di aggiornare l’argomento con novità e sviluppi. Intanto vi lascio da leggere un interessante post che riporta una lettera inviata al Direttore di Metropoli da parte di Simone Larini, padre di diversi piani di smaltimento rifiuti operativi nel nord Italia. Leggete e riflettete:

http://campibisenzio.wordpress.com/2010/01/03/lettera-sulla-gestione-dei-rifiuti-in-provincia-di-firenze-di-simone-larini-il-padre-dellinceneritore-di-brescia/

Tags: , ,

news | Politica

Ancora più perplessità

by Sanghino 13. novembre 2009 18:03

Non più tardi di ieri parlavo della Ginori e delle aree indicate quali possibili destinazioni del nuovo insediamento. Questione che è legata direttamente all’ipotesi di spostamento della pista di Peretola, che, penso io, sia legata alla realizzazione dell’inceneritore e alla realizzazione del famigerato parco della piana.

Oggi leggo un articolo nel quale il Presidente di Quadrifoglio esprime le proprie perplessità tecniche sul progetto: “Se lo costruiamo così com'è scritto nelle carte oggi approvate, rischiamo di mancare l'obbiettivo: è troppo piccolo e mal collocato” … vi rimando comunque alla lettura integrale dell’articolo, non tanto per chiarirvi le idee, ma per confondervele ancora di più …

Inceneritore, capriola di Moretti "Troppo piccolo e collocato male"

Tags: , , , ,

Sindaco di Scandicci favorevole pista parallela

by Sanghino 13. maggio 2009 11:01

Anche Scandicci vive di campagna elettorale in questo periodo. Simone Gheri, Sindaco uscente, ha avuto ieri la prima uscita con di fronte la stampa per illustrare il proprio programma di ricandidatura.

Nel discorrere è giunta anche una domanda relativa all'aeroporto di Firenze Vespucci, Gheri ha espresso il proprio favore alla collocazione parallela all'A11 della pista in modo da limitare il più possibile il sorvolo degli aerei su Scandicci ...

Tags: , , ,

Pista parallela e parco verde. Si possono fare

by Sanghino 5. maggio 2009 11:53

Peretola1 Così titola oggi La Nazione illustrando il progetto allo studio del Consiglio Regionale e, viene aggiunto poi, "possibile prevedere anche lo Stadio". Tutto questo ovviamente cozza con quello che fino ad oggi ha proposto l'Amministrazione Sestese.Peretola2

Da una parte mi è abbastanza semplice comprendere perchè la Regione "spinga" per uno sviluppo del Vespucci (Turismo, Commercio, riclassificazione degli scali italiani, ecc.), mi è meno comprensibile il motivo di una cosi ferma posizione da parte di Sesto Fiorentino. Certo io credo che molti dei residenti di Quinto sarebbero ben lieti di non "salutare" più tutte quelle persone che lasciano Firenze sorvolando le loro teste.

Certo è che Sesto Fiorentino ha meno interesse dal punto di vista turistico, ma ciò non credo giustifichi la posizione, se poi la Regione assicura che il Parco della Piana non subirà particolari ridimensionamenti, allora dico io, parliamone. Consideriamo poi che l'area attualmente occupata dalla pista con molte probabilità verrà recuperata e potrebbe finire per compensare lo spazio perso per la nuova collocazione.

Rimango comunque ancora perplesso, mi piacerebbe conoscere meglio le motivazioni. Qualcuno ne sa di più ?

Tags: , ,

Termo ... devalorizzatore ?!?

by Sanghino 24. novembre 2008 12:44

Certo che leggere articoli come quello riportato nella cronaca fiorentina de La Nazione di sabato 22 novembre lascia basiti. E a riguardo sarebbe utile avere maggiori informazioni.

Come dice l'articolo, lasciando per un attimo in un angolo la questione inquinamento, sembra che l'impianto non valorizzi proprio niente ... nel senso che il conferimento dei rifiuti a questo impianto avrebbe dei costi (per tonnellata) estremamente più alti dell'attuale costo sostenuto per il conferimento nelle discariche di Peccioli e Terranova Bracciolini. Un appunto di sicuro c'è da muoverlo: dall'articolo non si capiva se era già calcolato oppure no il ritorno economico in termini di energie elettrica prodotta.

Certo è che se la cosa sta veramente in questi termini risulterebbe molto difficile continuare a sostenere questo progetto in questi termini. Il rischio inquinamento è elevato ed i benefici economici per la comunità nulli, per non dire peggio.

Sono proprio curioso di leggere le repliche a quell'articolo, voi no ?!?!

Tags: ,

Aeroporto, inceneritore, cementificazione, parco della piana ed inquinamento

by Sanghino 14. maggio 2008 16:03

Sarò di sicuro un ingenuo, ma nella mia ingenuià  a volte mi pongo delle domande. Una di queste domande mi è venuta dopo che ho letto le dichiarazioni del Sindaco Gianassi a seguito del ritorno di fiamma sulla ipotetica nuova pista di Peretola.

Gianassi, giustamente, dice che la Piana ha bisogno di ossigeno e che quell'eventuale pista cadrebbe in un area ormai destinata ad accogliere una porzione del Parco della Piana. E questo mi torna, la difesa del territorio, e della salute dei cittadini, come bene primario. Però mi chiedo perchè con l'inceneritore non si ha la stessa fermezza ? Forse si avrebbe meno inquinamento rispetto agli aerei ? E perchè rendere edificabili (e poi edificare) quasi tutto il restante territorio comunale pianeggiante ? D'avanti all'Ipercoop e fino al Polo Universitario c'è tanto posto, ma ben presto sarà tutto occupato da edifici, per quello che ne posso sapere. Non porterà nuovo inquinamento l'aumento di popolazione, di attività commerciali, di uffici ? 1000 abitanti in più come minimo portano in dote altrettanti veicoli circolanti.
Ed ancora, le statistiche che leggo indicano che il 90% circa dei voli partono ed atterrano da/verso Peretola ed il restante da/verso Quinto Basso. Visto che atterrare con il vento in coda, per quello che ho capito è un problema (come partire) e se le percentuali sono date sulla somma di partenze e arrivi,
partenze(50%)+arrivi(50%) = 100%
arrivi da Quinto = 0% (o quasi)
partenze verso Quinto = 20% delle partenze = 10% del totale
eppure, che io sappia, mai è stato chiesto ai residenti circa l'inquinamento acustico. Oppure quello non conta ? Si legge che un'eventuale pista parallela all'autostrada potrebbe limitare i disagi per la popolazione ed aumentare la sicurezza dello scalo stesso, si legge anche che con un eventuale soluzione del genere, la vecchia pista verrebbe dismessa. Mi chiedo, se la nuova farebbe perdere un pezzo di parco, non si potrebbe recuperare con lo spazio lasciato libero dalla vecchia ? Eppure tutti chiaccherano, tutti dicono le proprie ragioni, ma nessuno, come sempre, da delle risposte ...

Tags: , , , ,

Calendar

<<  novembre 2017  >>
lumamegivesado
303112345
6789101112
13141516171819
20212223242526
27282930123
45678910

View posts in large calendar

RecentComments

Comment RSS
Disclaimer
Questo sito non rappresenta una testata giornalistica poiché non viene aggiornato con periodicità regolare. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62/2001. Tutti hanno diritto di manifestare liberamente il proprio pensiero con la parola, lo scrtto e ogni altro mezzo di diffusione. La stampa non può essere soggetta ad autorizzazioni o censure. Le opinione espresse qui rappresentano il mio personale punto di vista e di eventuali collaboratori e non rappresentano in nessun modo l'opinione delle Società o degli Enti che potrebbero essere citate e/o descritte. L'intestazione del blog contiene tre immagini tratte da Wikipedia e rielaborate, tali immagini sono coperte da licenza "GNU Free Documentation License" disponibile qui che ne garantisce la libera copia, distribuzione ed elaborazione avendo, Wikipedia, avuto dal soggetto che detiene i diritti (from the municipality of Sesto Fiorentino to it.wikipedia) la possibilità riservate dalla licenza sopra descritta (rif. Immagine stemma comunale). L'immagine della Porcellana di Doccia è sempre coperta dalla licenza sopra descritta con la limitazione dell'indicazione obbligatoria del licenziatario che è Sailko. L'immagine della Chiesa di S.Martino è sempre coperta dalla licenza sopra descritta ed è da attribure a Vignaccia76

© Copyright 2017 SestoFiorentino.Info